Resta in contatto con Daily Milan

Reazioni

Pioli: «Ho abbraccio Sandro in spogliatoio, era dispiaciuto». Kjaer: «Abbiamo uno spirito importante»

Avatar

Pubblicato

il

Queste le reazioni dei protagonisti rossoneri dopo il successo per 2-0 contro il Benevento.

Stefano Pioli

Ecco parte delle dichiarazioni del nostro allenatore rese a Sky Sport: «Un’altra vittoria pesante, ci abbiamo messo il cuore. Non ci facciamo mettere pressioni dai risultati delle avversarie, la pressione ce la mettiamo da soli. Non siamo stati contenti di come abbiamo iniziato la gara, poi c’è stata grande attenzione e compattezza. Tutte le vittorie sono pesanti per un gruppo giovane come il nostro. Adesso andiamo a vederci la Juventus e ci prepariamo per mercoledì. Leao? Rafa ha delle potenzialità enormi, sono contento lo stia confermando con più continuità della scorsa stagione. È giovane, ci vuole pazienza ma pretendiamo moltissimo. Il rosso a Tonali? ‘ho abbracciato nello spogliatoio, era dispiaciuto per l’errore. Col VAR tutti i falli sembrano pericolosi e violenti, ma era la dinamica del gioco, Tonali imparerà da questo intervento. Come il rigore con la Lazio, Kalulu lo tocca, ma nella dinamica lui salta e poi lui lo tocca. Dispiace essere rimasti in dieci ma Sandro imparerà da questa situazione, aveva perso la palla e sbagliato il controllo, un giocatore come lui può fare meglio ed imparerà senz’altro».

Simon Kjaer

Il centrale danese, oggi al rientro in campo dopo l’infortunio, ha analizzato così ai microfoni di Milan TV la prestazione della squadra: «Sto bene, ero solo un po’ stanco dopo un periodo fuori. L’importante è che abbiamo vinto ma in campo mi sono sentito molto bene. Abbiamo uno spirito importante. Oggi era una partita difficile perché il Benevento sta giocando bene. Ci crediamo anche nei momenti difficili e siamo sempre positivi. Abbiamo lasciato un immagine importante ovvero che possiamo vincere ogni partita. Non ci sono altre squadre più forti di noi. Dobbiamo affrontare ogni partita come una finale e affrontarla al meglio cercando sempre di migliorare. Ora bisogna recuperare».