Resta in contatto con Daily Milan

Calciomercato

Tomori a Milano, corsa contro il tempo: il Club lo vuole in panchina contro l’Atalanta

Avatar

Pubblicato

il

Fikayo Tomori è un nuovo giocatore del Milan. Arriva alla Corte di Stefano Pioli dopo Meite e Mandzukic. Come un anno fa, Paolo Maldini ingrana prima, seconda e terza: a gennaio la scorsa stagione sbarcarono a Milanello Ibrahimovic, Kjaer e Saelemaekers, esperienza e gioventù al servizio di un Milan al tappeto, stessa ricetta in queste prime settimane del 2021. Meite dal Torino, Mandzukic dal mercato degli svincolati e Tomori dal Chelsea. Esperienza e gioventù, oggi al servizio di un Milan padrone del gioco e del campionato.

Il difensore canadese naturalizzato inglese, 23 anni festeggiati lo scorso 19 dicembre, è atterrato in Italia nel pomeriggio con un volo proveniente dall’Inghilterra. Ad attenderlo a Malpensa – mascherina anti Covid, stile casual e borsone alla moda – l’area comunicazione del Milan e una piccola schiera di cronisti. Nessuna dichiarazione sulla sua nuova avventura, per le parole ci sarà tutto il tempo in settimana. Ora il tempo – poco a disposizione – va dosato al secondo: il Milan vuole portarlo in panchina già domani sera a San Siro contro l’Atalanta, così da porre rimedio all’assenza per squalifica di capitan Romagnoli e a quella di Matteo Gabbia, infortunato. Il Milan questa mattina ha depositato in Lega il contratto del giocatore proprio per accelerare l’iter e renderlo quindi convocabile già per il prossimo turno di campionato.

Le cifre

Parte delle visite mediche Tomori le ha già sostenute a Londra, mancano i test di idoneità sportiva e le firme ufficiali. Sono ore frenetiche a Casa Milan, la dirigenza è al lavoro sulle ultime pratiche burocratiche. Intanto affiorano le cifre dell’operazione: prestito oneroso da un milione di euro e diritto di riscatto fissato a 28 milioni. A detta degli esperti, il Milan si è aggiudicato un altro piccolo gioiellino.