Resta in contatto con Daily Milan

L'attesa

Verso Milan-Inter, il derby al vertice mancava da 10 anni. Ibra, Gigio…quanti traguardi!

Avatar

Pubblicato

il

Il D-Day è arrivato! Il giorno del derby di Milano. Milan contro Inter, la sfida più intensa della stagione, la più attesa dell’anno da tifosi e appassionati rossoneri e nerazzurri. L’Inter di Antonio Conte scende in campo per consolidare il primo posto in classifica, soffiato ai cugini nell’ultimo turno di campionato, il Milan di Stefano Pioli per ribaltare gli equilibri e tornare in vetta in solitaria. Squadre schierate sul verde di San Siro alle ore 15.00.

I convocati di Mister Stefano Pioli

Derby della Madonnina: il bilancio

Questo sarà il 174° Derby di Milano in Serie A: i nerazzurri hanno ottenuto 66 successi (tra cui quattro nelle ultime cinque sfide), contro i 52 rossoneri, completano 55 pareggi. Il Milan è la squadra contro cui l’Inter ha pareggiato più volte in Serie A (55), mentre i rossoneri hanno perso più partite solamente contro la Juventus (67) che contro i nerazzurri (66) nel massimo campionato. I rossoneri possono vincere entrambe le gare in una singola stagione di Serie A contro l’Inter per la seconda volta negli ultimi 15 anni: in precedenza il Milan ci è riuscito nel 2010/11, 1-0 all’andata e 3-0 al ritorno.

La precedente occasione in cui Milan e Inter si sono affrontate in Serie A trovandosi ai primi due posti in classifica è stata il 2 aprile 2011 (successo 3-0 per i rossoneri; stagione in cui vinsero il loro ultimo scudetto). Dal 2009 in avanti il Milan ha mancato il gol in 10 partite di Serie A contro l’Inter, almeno due volte in più che contro qualsiasi altra squadra.

L’Inter ha vinto gli ultimi due derby giocati nel girone di ritorno e non arriva a una striscia più lunga dal 1998, quando ottenne quattro successi di fila. L’ultima volta in cui il Milan è stato sopra di un gol per poi essere sconfitto in Serie A è stata nel febbraio 2020 contro l’Inter.

Dalla stagione 2016/17 in avanti il Milan ha vinto una sola partita contro l’Inter in Serie A, contro nessuna squadra ha fatto peggio; inoltre contro i nerazzurri nel periodo i rossoneri contano cinque sconfitte, peggio hanno fatto solo contro la Juventus (sette). Nello stesso periodo, infatti, tra le squadre affrontate almeno quattro volte, l’Inter è l’avversaria contro cui il Milan ha ottenuto meno punti in Serie A (sei, come contro la Juventus).

Milan VS Inter: stato di forma

L’Inter (50) e Milan (49) hanno collezionato insieme 99 punti in questo campionato, 16 in più della scorsa stagione dopo 22 gare disputate; allo stesso punto della stagione le due squadre hanno fatto meglio solamente nel 1950/51 (102, contando sempre tre punti a vittoria). Tuttavia, nelle ultime quattro stagioni le prime due squadre in classifica alla 22ª giornata hanno sempre conquistato insieme più di 100 punti (105 nel 2019/20, 111 nel 2018/19, 113 nel 2017/18 e 101 nel 2016/17).

Il Milan ha perso più incontri di Serie A nel 2021 (tre), rispetto a tutto il 2020 (due): i rossoneri hanno registrato tre ko nelle ultime sette partite di campionato, tanti quanti nelle precedenti 41. Il Milan non perde due gare di fila in Serie A dal novembre 2019, quando fu sconfitto da Lazio e Juventus.

L’Inter ha tenuto la porta inviolata nelle ultime due trasferte di campionato: l’ultima volta che non ha subito gol per tre gare esterne di fila in una singola stagione di Serie A è stata nell’ottobre 2012 (quattro in quel caso).

L’Inter è la quarta squadra nelle ultime 60 stagioni capace di segnare almeno 54 gol dopo 22 gare stagionali di Serie A, dopo la Juventus 2013/14 (54), la Lazio 2017/18 (57) e l’Atalanta 2019/20 (59).

L’ultima volta in cui l’Inter ha segnato più di 54 gol dopo 23 partite di Serie A è stata nel 1960/61 (56 in quel caso). I nerazzurri hanno una differenza reti di +30: nelle ultime due occasioni in cui hanno avuto un risultato così alto nelle prime 22 giornate hanno poi vinto il campionato (2006/07 e 2007/08).

Focus giocatori

Zlatan Ibrahimovic ha segnato 10 reti nei Derby di Milano in tutte le competizioni; otto di queste sono arrivate con il Milan: dal suo esordio con questa maglia nel 2010/11 è il rossonero che ha segnato più gol contro una singola avversaria. Ibra ha segnato otto reti nei Derby di Milano in Serie A, sei con la maglia del Milan e due con l’Inter; solo tre giocatori sono andati in doppia cifra di gol nel Derby della Madonnina nella massima serie: Giuseppe Meazza (12), Gunnar Nordahl (11) e Stefano Nyers (11). La prossima sarà la presenza numero 250 per Zlatan in Serie A: finora il giocatore più anziano nel giorno di questo traguardo tra quelli che hanno esordito nell’era dei tre punti a vittoria è stato Andrea Cossu (37 anni e 233 giorni).

Sette reti in questo campionato per Franck Kessie, che non ha mai fatto meglio in una singola stagione di Serie A (sette anche nel 2018/19).

Gianluigi Donnarumma può diventare il giocatore più giovane a tagliare il traguardo delle 200 presenze in Serie A nell’era dei tre punti a vittoria: con 21 anni e 361 giorni frantumerebbe il precedente record stabilito da Gianluigi Buffon (24 anni, 83 giorni); la prossima sarà anche la sua vittoria numero 100 nel massimo campionato.

Rafael Leão è il più giovane tra i giocatori con almeno cinque reti e cinque assist nella Serie A in corso.

75 contrasti per Davide Calabria, il giocatore che ne conta di più in questo campionato.

La prima rete di Alessio Romagnoli in Serie A con la maglia del Milan è stata nell’aprile 2017 proprio contro l’Inter.

Nell’era dei tre punti a vittoria sono solo cinque i giocatori ad aver fatto il proprio esordio in Serie A in un Derby di Milano: Theo Hernández è uno di questo (l’ex Real ha esordito nella stracittadina del 21 settembre 2019).

Tra tiri e occasioni create nessun giocatore ha partecipato a più conclusioni rispetto ad Hakan Calhanoglu (110) in questo campionato; il rossonero è anche primo per legni colpiti (cinque). Otto assist per Hakan Calhanoglu in questo campionato, nessun giocatore ne conta di più; l’unica stagione in cui ha fatto meglio tra Italia e Germania è stata la scorsa (nove passaggi vincenti).

Commenta

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *