Resta in contatto con Daily Milan

L'intervista

Maldini e la festa scudetto rovinata: «Così Milan, non va bene!»

Pubblicato

il

Nessun messaggio, nessun appuntamento, nessun colloquio in agenda. Paolo Maldini e Frederic Massara tra un mese andranno in scadenza, il loro rapporto lavorativo con il Milan cesserà il 30 giugno con lo scudetto in bacheca. Al momento non ci sono novità sul rinnovo, nessuna notizia all’orizzonte. E non va bene.

A smuovere le acque ci ha pensato l’ex capitano, oggi protagonista sulle pagine della Gazzetta dello Sport. Maldini non ha usato mezze parole, è andato dritto al punto: «Siamo in scadenza e non abbiamo rinnovato. Devo dire che per il nostro percorso e per ciò che è successo in passato anche durante il periodo di crisi con Rangnick, trovo poco rispettoso il fatto che a oggi l’amministratore delegato ed Elliott non si siano neanche seduti a parlare con noi. Dico solo a parlare. Perché loro potrebbero anche dirci “il vostro lavoro non è stato abbastanza buono per continuare”. O può essere che io dica “la vostra strategia non mi piace”».

E ancora: «Come ho detto a suo tempo a me piace essere una sorta di garanzia per il milanista. Io non sono la persona giusta per fare un progetto che non ha un’idea vincente. Non potrei mai farlo. La realtà è che la proprietà non si è mai seduta al tavolo e questa cosa non va bene».

Commenta

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.