Resta in contatto con Daily Milan

Il Milan a caccia del nome grosso con il quale completare la propria campagna acquisti. Attesa, studio e un’indiscrezione: le attenzioni rossonere posate su Cristiano Ronaldo

Iniziamo dal viaggio ormai non più segreto, nel quale Fassone e Mirabelli hanno approfittato della presenza di Jorge Mendes in Sardegna per parlare di calciomercato. Una chiacchierata che a detta dei dirigenti del Milan ha toccato più punti, sfiorato più nomi e analizzato situazioni più o meno concrete. Se per quanto riguarda quelle concrete o quasi, si sa più o meno tutto, diverso è invece il discorso per quelle meno praticabili. Diego Costa è stato il primo nome venuto in mente ai più, profilo molto costoso nel cartellino e nell’ingaggio e con la testa già a Madrid sponda Atletico. Un affare? No. Chiusa la disamina riguardante il bomber del Chelsea è ripreso il toto “nomi poco concreti”. Ci ha pensato Sky Sport a rivelare l’indiscrezione un po’ fantasy, un po’ surreale: il Milan ha chiesto informazioni su Cristiano Ronaldo. Proprio così, secondo la fonte che non ha potuto però provare la cosa, Fassone e Mirabelli avrebbero chiesto a Mendes qualche dettaglio sulla situazione legata al fenomeno dei fenomeni.

POCO CREDIBILE, POCO PERCORRIBILE, MA… Letta o ascoltata, la voce che vorrebbe il Milan attento (non pronto all’offerta, ma vigile), su Cristiano Ronaldo di primo acchito strappa una risata anche al più credulone dei tifosi. Il solo “marchio” dello spagnolo è sinonimo di numeri esagerati: portare CR7 in una qualsiasi squadra costerebbe non meno di 450 mln di euro. Sulla carta un’operazione del genere pare impossibile, soprattutto per una società come quella del Milan che realmente pochi conoscono, ma che tutti sanno quanto sia legata (a livello di prestito) ad Elliott. Un investimento come Cristiano Ronaldo porta un qualsiasi club ad un’esposizione economica monstre, anche se gli oltre 30 mln di euro del suo ingaggio potrebbero essere colmati dalla totale gestione dei propri diritti d’immagine e attività affini. E’ altresì vero che come accaduto per Ibrahimovic al Manchester Utd, un giocatore di tale portata si “ripaga” quasi da solo, grazie al merchandising e all’immenso appeal internazionale. Lo svedese appena approdato ai red devils in una sola settimana fece registrare oltre 800 mila maglie vendute per un totale di 90 mln di euro. Numeri che ingolosiscono i giocatori d’azzardo.  Il Milan vuole conquistare il mercato asiatico e riprendersi quello europeo, si pensa al grande colpo, si studia il nome, ma forse, quello di Cristiano Ronaldo è fin troppo roboante, anche se…

Commenta

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.