Resta in contatto con Daily Milan

Dal Centro Sportivo Milanello LIVE la conferenza stampa di Vincenzo Montella alla vigilia di Bologna-Milan, recupero della 18ª giornata di Serie A.

– Termina qui la conferenza stampa. La squadra si appresta a partire in pullman verso Bologna.

– «Zapata capitano? Rispetto agli undici è quello con più militanza al Milan. È stato esempio per il gruppo quando non ha giocato, nonostante la sua esperienza. Ha dimostrato spessore, ha meritato la fascia e la meriterà ancora quando sarà chiamato in causa».

– «I giocatori li valuto nel complesso, non nel minimo errore. Altrimenti non giocherebbe nessuno se facessi scelte in base agli errori singoli».

– «Deulofeu lo valutiamo ora per ora. Probabilmente sbaglierete la formazione, perchè deciderò domani».

– «La squadra la vedo bene. L’ho vista bene ieri, anche se dopo una sconfitta l’umore non è mai dei migliori».

– «Bacca in panchina? Dipende dove vorrà offrirci la cena».

– «Vorrei avere meno numeri favorevoli nelle statistiche e un risultato migliore».

– «Ragiono con logica, in base agli obiettivi iniziali: dovevo creare una mentalità attraverso gioco e risultati. Vincere a Doha. Valorizzare i giovani. E conquistare l’Europa. Siamo perfettamente in linea con quanto concordato ad inizio stagione. Dobbiamo sempre possedere l’orgoglio di essere nel Milan oggi e nel futuro».

– «So come funzionano le cose nel calcio. Si sentono più gli spifferi quando le cose non vanno bene e quindi si dovrebbe parlare di meno».

– «Quando ero calciatore siamo andati da Berlusconi presidente del Consiglio. “Per essere un buon Premier non devi ascoltare l’ufficio stampa e leggere le critiche”, così ci disse. Io per essere un buon allenatore sto facendo questo».

– «Succede spesso un confronto. Ci siamo detti le proprie impressioni, io, Galliani e Maiorino che è sempre presente e combaciavano tutte».

– «Bacca non ha fatto nulla di grave ma è andato fuori le righe. È rientrato tutto, ha riconosciuto gli errori. Offrirà una cena: vedremo dove farcela pagare, se in un ristorante stellato o in pizzeria».

– «Nel calcio conta lo spirito. Non è uno sport che si basa solo sui numeri. È la bellezza di questo sport e questo comporta che anche giocando bene puoi non vincere».

– «Credo che l’allenatore può e deve incidere su tutto. Devo sgomberare la testa dei giocatori da eventuali cattivi pensieri e sono sempre io il responsabile di un giocatore che non riesce ad esprimersi al meglio».

– «Vorrei vedere personalità, sicurezza e idee. Dovremo essere più risolutivi negli ultimi 30 metri, arrivando più in porta coi centrocampisti. Ci stiamo lavorando, ci sono idee e volontà e per questo sono soddisfatto».

– «Calabria non ho buone sensazioni, perché già ieri aveva male e non si è allenato. Vangioni se fosse stato destro avrebbe giocato di più: ha qualità. Bertolacci ha la febbre e lo valuteremo stamattina».

– «Il Bologna, ad eccezione dell’ultima partita, ha sempre avuto una buona difesa. È una squadra equilibrata, con una sua fisionomia e per noi non sarà una partita facile».

– «Recuperiamo un match, a breve distanza da una sconfitta ed è una buona cosa. Abbiamo voglia di vincere».

– Vincenzo Montella ha parlato, come di consueto, ai microfoni di Milan TVCLICCA QUI per leggere le sue dichiarazioni.

Dall’inviato a Milanello, Michael Cuomo.

Commenta

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.