Resta in contatto con Daily Milan

Il Milan e Bonucci, una storia d’amore partita forte, nonostante i trascorsi del giocatore. Dall’Inter alla Juve, il nuovo Capitano rossonero è cresciuto nelle “rivali” storiche.

Nell’immaginario dei tifosi rossoneri stenta ad essere metabolizzato come affare fatto e definito, l’approdo di Bonucci al Milan suona ancora piacevolmente strano. Strano per la portata economica dell’operazione, visto che la dirigenza di via Aldo Rossi da anni non spendeva cifre del genere per un solo giocatore. Strano per il tipo di profilo, il suo spessore nazionale e internazionale e per la portata dell’affare dal punto di vista tecnico. Il bagno di folla riservato a Bonucci dai tifosi accorsi a Casa Milan il giorno della firma, testimonia quanto l’ingaggio sia stato gradito dalla piazza. Il “rivale” di sempre che cambia maglia, il rispetto di una tifoseria che dimentica i trascorsi del giocatore guardando solo al futuro.

DALL’INTER ALLA JUVE, IL MILAN TROVA UN CAPITANO DALL’ALTRA PARTE – Si pensa a Leonardo Bonucci e, lo si vede ancora con la maglia della Juve a dirigere la difesa e la manovra della squadra, ma è “scavando” che si trova un trascorso interessante. Il neo-acquisto del Milan vanta un’esperienza a livello di settore giovanile nelle file dell’Inter. Sì, il prossimo capitano rossonero porta nel proprio curriculum esperienze in nerazzurro oltre alle recentissime in bianconero. Il tifo di fede milanista non ha badato al passato di Bonucci, l’entusiasmo per il colpo piazzato da Fassone e Mirabelli ha acceso gli animi, senza alcuna riserva. Aver tolto alla squadra più forte del campionato il suo elemento centrale, vale molto di più dell’aver indossato quella o un’altra maglia. E’ pur vero che campioni come Clarence Seedorf, al loro approdo in rossonero vennero accolti da pareri fortemente contrastanti e molto meno passionali. I tempi cambiano, così come il modo di pensare e operare. Si è passati dalle foto in sede, alle dirette sui social, l’affare Bonucci è figlio del nuovo vento che soffia sul calcio italiano e in casa Milan. Montella sta già pensando come plasmare la squadra sul suo uomo cardine difensivo, le prossime amichevoli potrebbero dare forti spunti in merito. L’Europa League è dietro l’angolo, l’entusiasmo è alto e i tifosi aspettano di vedere il nuovo Milan capitanato da un ex-bianconerazzurro.

Commenta

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.