Resta in contatto con Daily Milan

Donnarumma para e aiuta il Milan in Romania, un passo verso l’Europa e la pace con i tifosi

Una settimana, il lasso di tempo che potrebbe servire, ma non bastare, agli addetti ai lavori per capire come e se, i tifosi milanisti hanno digerito la querelle Donnarumma-Milan. Il tribolato e snervante rinnovo ha provato l’intera tifoseria, il peggio sembra essere alle spalle, ma servirà il faccia a faccia di San Siro per avere tutte le indicazioni del caso. In attesa del “confronto”, Donnarumma ha voluto dimostrare che aspettarlo e corteggiarlo, non è sono state scelte sbagliata. Contro il Craiova il n.99 rossonero ha deciso in maniera netta le sorti del match. L’episodio chiave è immortalato nella parata su Mitrita, un guizzo figlio della bravura. Donnarumma ben posizionato rispetto alla porta, si è dimostrato reattivo tanto mentalmente, quanto sulle gambe, così da leggere in anticipo le intenzioni dell’attaccante rumeno e annullarne l’efficacia. La parata è stata accolta con grande passione dai tifosi rossoneri presenti allo Stadionul Municipal di Drobeta-Turnu Severin.

UNA PARATA PER L’EUROPA E PER RIAPPACIFICARSI Donnarumma immediatamente dopo aver salvato il risultato, non può non aver pensato alla reazione dei suoi tifosi. Gli stessi che delusi e arrabbiati lo avevano “rimproverato” in malo modo nelle scorse settimane. Può bastare questa parata per somatizzare la ferita? Sì, soprattutto se tra una settimana a San Siro ci sarà un sereno e affettuoso “abbraccio”, tra il giocatore e lo stadio. Il risultato maturato in Romania porta anche la sua firma, non va dimenticato che il baby-Gigio ha rinnovato e verrà pagato quanto i big europei, ma resta pur sempre un ragazzo che ha la fortuna-maledizione di essere dannatamente bravo. Contro il Craiova non sono mancate delle piccole sbavature, ma è pur vero che negli ultimi tempi sono state rare le occasioni in cui il portiere rossonero ha subito una sola conclusione nello specchio, nei novanta minuti. I grandi portieri sanno tenere alta la concentrazione anche nei match apparentemente più “tranquilli”, ieri Gigio ha esibito anche questa dote.

Commenta

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.