Resta in contatto con Daily Milan

Primo Piano

Le pagelle rossonere: Ibra un leone, Gigio la solita garanzia. E Calabria cresce bene…

Avatar

Pubblicato

il

Partita da incorniciare anche per Theo Hernandez, autore del cross per Zlatan in occasione del vantaggio nel primo tempo.

G. DONNARUMMA 7
Il solito Gigio, qualità e garanzia e questa sera fascia di capitano per l’assenza di Romagnoli. Interviene facile su Dominguez al 22′ e sfodera un grande intervento nella ripresa su Skov Olsen. Monumento.

CALABRIA 7
È in fiducia e si vede. Dopo la buona prova in Irlanda, un’altra prestazione ampiamente sopra la sufficienza per Davide. Bello il dialogo con Ibra nel primo quarto d’ora del match. In crescita.

KJAER 6,5
Quando esce il Milan fatica e incassa i colpi del Bologna (che potrebbe anche pareggiare i conti). Dopo pochi minuti corregge una palla in angolo e poco prima di uscire dal campo chiude attento su Barrow. Titolarissimo.
(Al suo posto Duarte).

DUARTE 6
Entra al posto di Kjaer, ma non offre la stessa sicurezza del compagno di reparto. Incognita.

GABBIA 6
Partita pulita per Matteo con qualche piccola sbavatura, come in occasione della conclusione bassa di Skov Olsen al 79′. Accarezza il gol nel primo tempo.

HERNANDEZ 7,5
È il miglior terzino della Serie A e di certo non lo scopriamo questa sera. Recupera e propone. Arriva dai suoi piedi la prima azione pericolosa del Milan, così come il cross decisivo per Ibra in occasione della rete del vantaggio rossonero. Pulisce di testa a ridosso dell’intervallo su una palla pericolosa del Bologna in area di rigore.

KESSIE 6,5
Non perfetto su una conclusione di Dominguez, recupera un bel pallone al 28′ e apre un’azione pericolosa non concretizzata per un amen da Bennacer. Nel complesso il solito uomo di qualità e quantità in mediana. Fondamentale.
(Al suo posto Tonali)

TONALI SV
Pochi minuti per lui in campo, giusto per assaggiare l’emozione dell’esordio a San Siro.

BENNACER 7
Da una sua disattenzione nasce un tiro di Soriano ma è solo una sbavatura. A centrocampo domina. Al 28′ non sfrutta al meglio una deviazione di Skorupski su cross di Ibra e si mangia il gol. Prova la conclusione al 68′.
(Al suo posto Krunic)

KRUNIC SV
Poco spazio per lui, impossibile da valutare.

CASTILLEJO 5,5
Un’ammonizione e poco nulla. Lascia il posto per un piccolo fastidio fisico a Saelemaekers a inizio ripresa. Mezzo punto in meno per il giallo.
(Al suo posto Saelemaekers)

SAELEMAEKERS 6,5
Corre e si vede che ha una voglia matta di lasciare il segno. Appena mette piede in campo confeziona un passaggio al bacio per Ibra, poi si divora la rete del 3-0 servito da Calabria (che però parte in offside). Difende anche, per la soddisfazione di Pioli.

CALHANOGLU 6,5
Scende ad aiutare, prova un paio di volte la conclusione ma è sempre impreciso. Non la sua miglior serata, però serve a Ibrahimovic nella ripresa la palla che potrebbe valere il 3-0. Ibra spreca, ma l’assist di Hakan resta. E merita così mezzo punto in più.
(Al suo posto Brahim Diaz)

BRAHIM DÍAZ 6
Entra ma non si vede. Venti minuti per lui e sei politico.

REBIC 6,5
Meglio nel primo tempo, parte un po’ svogliato ma poi ingrana e non ce n’è per nessuno. Il solito Ante tutto pepe che fa impazzire le retroguardie avversarie. Cala nella ripresa. Comunque importAnte!

IBRAHIMOVIC 8
Abbiamo esaurito gli aggettivi. Tra pochi giorni festeggia il suo 39° compleanno e in due partite ufficiali è già a quota tre gol. Ma sarebbe riduttivo parlare solo di reti: Ibra è tanto altro, è assist e corsa. Un leone che ringhia ovunque, anche dalla zolla del dischetto.

PIOLI 7
La prima uscita della stagione è sempre insidiosa. Con gli uomini contati fa quel che può ma non sbaglia un cambio. La squadra lo segue e questo è un punto di partenza fondamentale.

Commenta

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *