Resta in contatto con Daily Milan

Campionato

Bakayoko: Milan, chiamami! Il francese vuole tornare

Pubblicato

il

Bakayoko: Milan, voglio tornare! Il centrocampista del Chelsea, quest’anno in prestito al Monaco, cerca “casa” altrove per il suo futuro. Da Londra spingono per la cessione a titolo definitivo, ma l’ostacolo “ingaggio” frena ogni trattativa.

In Ligue 1 il sipario è già calato da settimane, così anche l’avventura di Tiemoué Bakayoko al Monaco è giunta in anticipo ai titoli di coda. Il Coronavirus ha segnato il destino di molti calciatori, compreso quello del centrocampista parigino di origini ivoriane, classe 1994, che il Milan e i suoi tifosi ricordano bene. In maglia rossonera Baka ha disputato discretamente la stagione 2018/2019: 42 presenze per lui e una rete, nel derby contro l’Inter terminato 3-2 per i nerazzurri.

Milan Bakayoko: Instagram

Rientrerà ora al Chelsea, che ne detiene il cartellino (a Milano era giunto con la formula del prestito) e poi si vedrà. Con i Blues, Baka ha firmato un contratto in scadenza il 30 giugno 2022. Lui non ha mai nascosto di essersi trovato benissimo a Milano e di gradire quindi l’ipotesi del ritorno: i segnali al Club rossonero sono arrivati sui media e dai suoi canali ufficiali. Ha scelto i social Bakayoko, Instagram ad esempio. Al termine della scorsa stagione, con il traguardo della qualificazione in Champions sfumata sul campo della Spal all’ultima giornata, sul proprio account aveva ringraziato i tifosi per il loro supporto mai mancato durante l’anno: “Grazie per fare di San Siro uno stadio unico. Grazie per questi bei ricordi che mi accompagneranno ovunque e per sempre”, aveva scritto. Un messaggio d’affetto che sapeva di addio.

Milan Bakayoko: i motivi della separazione

Il Milan in estate scelse di seguire altre strade separandosi dal francese, un po’ scottato da alcuni atteggiamenti del giocatore (come quando sventolò con Kessié verso i tifosi la maglia di Francesco Acerbi al novantesimo di Milan-Lazio), un po’ per qualche malumore che durante la stagione si era creato in spogliatoio. In realtà Bakayoko andava d’accordo con molti dei suoi compagni, che tra l’altro ha ritrovato a Milano lo scorso febbraio, durante una visita in Città. Il rapporto davvero difficile era con Rino Gattuso. Gattuso oggi, però, a Milanello è solo uno dei tanti volti del passato, sostituito prima da Marco Giampaolo e poi da Stefano Pioli.

Contratto Bakayoko Milan

Bakayoko ha teso la mano e attende che il Milan risponda. Il Chelsea non ha intenzione di puntare sul giocatore e cercherà in estate di cederlo a titolo definitivo offrendolo a qualche top club. Soluzione molto gradita a Tiemoué, che dopo anni in tour per l’Europa vorrebbe ora una soluzione stabile per il suo futuro. Pesa lo stipendio percepito a Londra: 7 milioni di euro a stagione è una cifra che Via Aldo Rossi non può più permettersi. Quando sbarcò in prestito a Milanello, Chelsea e Milan si smezzarono l’ingaggio. Se Bakayoko è davvero intenzionato a tornare in rossonero, oltre ai messaggi sui social e a mezzo stampa dovrà iniziare a ragionare su un grande sacrificio a livello economico.

Commenta

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.