Resta in contatto con Daily Milan

L'attesa

Milan-Lazio 3-2: la cronaca minuto per minuto

Avatar

Pubblicato

il

90’+3′ – Finisce qui! Grande vittoria dei ragazzi!
90’+2 – GOOOOOOOOOOOOOOOOOL DEL MILAN! Calhanoglu da corner la piazza la centro. Theo Hernandez incorna di testa e insacca alle spalle di Reina. Pazzesco!
90’+2′ – Doppio cambio per il Milan: fuori Calabria e Castillejo, dentro Dalot e Daniel Maldini.
90’+2′ – Rebic ed Hernandez seminano il panico in area. La Lazio si rifugia in angolo.
90′ – Tre di recupero.
88′ – Ammonizione anche per Mariqi.
87′ – Rebic a fil di palo ma è in offside.
86′ – Miracolo di Reina su conclusione di Rebic dal dischetto. Azione sviluppata sulla sinistra.
83′ – Lazzari morbido con il sinistro, Donnarumma intercetta in presa alta.
83′ – Hauge per Calhanoglu, recupera la formazione ospite. Il Milan fatica a costruire occasioni da gol.
80′ – Giallo ad Akpa Akpro per intervento falloso su Krunic.
79′ – Sostituzione per il Milan: esce Leao, entra Hauge.
78′ – Cartellino giallo per Theo Hernandez per gioco scorretto su Pereira. Era diffidato. Salterà Benevento.
75′ – Punizione per il Milan che torna in attacco.
73′ – Doppio cambio per la Lazio: escono Milinkovic-Savic e Immobile, entrano Akpa Akpro e Pereira.
73′ – È un assedio. Donnarumma decisivo.
72′ – Ancora Lazio, questa volta con Ciro Immobile che conquista un altro corner.
69′ – Conclusione centrale di Luis Alberto dal limite. Donnarumma c’è.
68′ – Marusic nel mezzo, palla deviata e poi recuperata da Gigio.
65′ – Intervento miracoloso di Romagnoli in mezzo a due laziali.
64′ – Sostituzione per i rossoneri: Pioli richiama Saelemaekers e lo sostituisce con Castillejo.
62′ – Ora la Lazio cerca la rete del 3-2. Milan in difficoltà fisica.
59′ – GOL DELLA LAZIO. I biancocelesti ripartono da metà campo e con un’azione corale portano Immobile al tiro. Kalulu in marcatura. Piatto sinistro sul secondo palo dove Donnarumma non può arrivare.
58′ – Occasione sprecata per il Milan in area con Calha che non vede in tempo Rebic libero sulla sinistra. Recupera la Lazio.
57′ – Calhanoglu apre per Leao, Rafa fa partire il tiro ma colpisce Hernandez, in offside.
55′ – Cross di Marusic, Tonali anticipa tutti di testa e devia in corner.
54′ – Destro potente di Immobile, centrale: Donnarumma para senza difficoltà.
53′ – Giocata di Saelemaekers che però sbaglia l’ultimo passaggio.
52′ – Calhanoglu conquista un nuovo calcio d’angolo per il Milan.
50′ – Sinistro di Muriqi servito da Cataldi, pallone sul fondo.
50′ – Romagnoli anticipa un avversario e devia la palla in angolo.
48′ – Conclusione di Calhanoglu dalla distanza. Fuori.
47′ – Hernandez al limite dell’area piccola prova il passaggio centrale. La Lazio si salva in angolo. Theo era in offside, ma l’assistente non ha alzato la bandierina.
Ore 21.54 Inizia la ripresa. Un cambio per la Lazio: esce Escalante, entra Cataldi.

45’+4′ – Intervallo a San Siro.
45’+4′ – Donnarumma non perfetto su un traversone di Luis Alberto.
45′ – Si andrà avanti per altri quattro minuti.
45′ – Luis Alberto, il più pericoloso dei suoi, alza il pallone oltre la traversa.
44′ – Giallo per Pioli per proteste.
43′ – Doppio corner per i biancocelesti. Donnarumma spazza l’area.
42′ – Fallo di Krunic su Escalante. Cartellino giallo per Rade e punizione per la Lazio.
42′ – Servito in profondità da Calabria, Saelemaekers punta l’area ma sbaglia il passaggio a Rebic. Recupera la retroguardia ospite.
39′ – Theo Hernandez si prende la palla, prova una progressione delle sue ma viene fermato sulla linea di centrocampo in modo irregolare da Escalante. Giallo per i laziale.
38′ – Da cinque minuti attacca solo la formazione ospite.
34′ – Milan chiuso nella propria metà campo. Match apertissimo.
32′ – Cambio per la Lazio: esce Correa per un problema fisico, entra Muriqi.
29′ – Biancocelesti ancora pericolosi in area con uno spiovente dalla destra. Kalulu anticipa Marusic sul secondo palo.
28′ – GOL DELLA LAZIO. Donnarumma intercetta il tiro di Immobile e manda la palla sul palo, la palla rimbalza in campo e Luis Alberto la indirizza in porta con un colpo di testa.
26′ – Sugli sviluppi del corner Correa viene spinto da Kalulu e cade male. Di Bello la riguarda al VAR e assegna il penalty.
25′ – Fiammata di Correa che lascia sul posto Tonali e prova a piazzarla sul primo palo. Donnarumma c’è: palla in calcio d’angolo.
23′ – Calhanoglu perde tempo su un interessante contropiede. La Lazio rientra e l’azione sfuma.
22′ – Problema muscolare per Gigio Donnarumma. Staff medico in campo.
17′ – GOOOOOOOOOL DEL MILAN! Calhanoglu dal dischetto spiazza Reina alla sua sinistra! Sedicesima partita con almeno due gol.
15′ – Calcio di rigore per il Milan: Rebic prova la conclusione e viene travolto da Patric. Il biancoceleste la tocca anche con la mano. Il VAR conferma la decisione di Di Bello.
12′ – Lazio a fil di palo! Marusic duella con Calabria, entra in area e fa partire un insidioso rasoterra verso il palo più lontano… Brividi!
11′ – Conclusione di Leao, rossoneri vicini al raddoppio.
10′ – GOOOOOOOL DEL MILAN! Calhanoglu batte il corner, palla nell’area piccola e spizzata vincente di testa di Ante Rebic, che svetta alle spalle di Marusic.
9′ – Rebic conquista un calcio d’angolo.
8′ – Risponde la Lazio con Radu: tiro dalla distanza e pallone sugli spalti.
5′ – Azione in progressione per il Milan che accarezza il vantaggio: Kalulu anticipa Immobile e scappa per vie centrali, si libera di un avversario e scarica e Rebic a sinistra; Ante vede a rimorchio Calhanoglu e la piazza al centro dell’area… Hakan sfiora la traversa con un potente bolide.
2′ – Punizione per il Milan dai 25 metri, sul punto di battuta Calhanoglu. Sugli sviluppi Saelemaekers non colpisce bene la palla.
1′ – Leao a terra per un colpo subito da Felipe.
Ore 20.47 Partiti! Il Milan, in maglia rossonera e pantaloncini bianchi, attacca da destra verso sinistra. Prima palla gestita dalla formazione di Simone Inzaghi.

Ore 20.32 Tutto pronto a San Siro! Manca meno di un quarto d’ora al fischio d’inizio di Milan-Lazio.


Le formazioni ufficiali

MILAN (4-2-3-1): G. Donnarumma; Calabria, Kalulu, Romagnoli, Hernández; Tonali, Krunić; Saelemaekers, Çalhanoğlu, Rebić; Leão. A disp.: A. Donnarumma, Tătărușanu; Conti, Dalot, Duarte, Musacchio; Castillejo, Díaz, Frigerio, Hauge; Colombo, Maldini. All.: Pioli.

LAZIO (3-5-2): Reina; Patric, Luiz Felipe, Radu; Lazzari, Milinković-Savić, Escalante, Luis Alberto, Marušić; Correa, Immobile. A disp.: Alia, Strakosha; Adeagbo, Armini, Franco, Hoedt; Akpa Akpro, Anderson, Cataldi, Pereira; Caicedo, Muriqi. All.: S. Inzaghi.


Ore 14.30 Buon pomeriggio amici di Daily Milan! Ultima sfida dell’anno per i rossoneri di Mister Stefano Pioli, impegnati questa sera sul verde di San Siro contro la Lazio di Simone Inzaghi. Prima contro ottava forza del campionato, dieci punti di differenza in classifica (31 a 21) ma differenze sul campo certamente più ridotte: dopo un inizio a rilento, la Lazio ha vinto sei delle ultime nove sfide di Serie A ed è reduce dal 2-0 in casa contro il Napoli di Rino Gattuso. È squadra tosta e ricca di qualità. Nel Milan rientrano Sandro Tonali e Ante Rebic, entrambi dati in formazione dal primo minuto. Arbitra Marco Di Bello di Brindisi.

Milan-Lazio, un po’ di curiosità

Dopo il successo per 3-0 dello scorso luglio, il Milan potrebbe vincere due partite di fila in Serie A contro la Lazio per la prima volta dal 2009 (tre in quell’occasione). Il pareggio per 1-1 è il risultato più frequente tra Milan e Lazio in Serie A (27 volte): l’ultimo è stato nel novembre 2018 con autogol di Wallace e rete di Correa al 90′.

Nove vittorie e quattro pareggi per il Milan finora: nella storia della Serie A a girone unico (dal 1929/30), mai nessuna squadra imbattuta dopo le prime 13 partite ha terminato il campionato fuori dalle prime quattro posizioni della classifica. Milan imbattuto da 25 partite di Serie A, record per i rossoneri dal 1993 (con Fabio Capello in panchina). Quella striscia di 58 gare senza sconfitte vide come ultimo risultato positivo proprio una gara contro la Lazio (terminata 2-2). Il Milan ha vinto soltanto due delle ultime otto partite di Serie A nell’ultima gara dell’anno solare (3 pareggi e 3 sconfitte). I rossoneri chiusero il 2019 con una sconfitta per 0-5 in casa dell’Atalanta.

Il Milan ha segnato due gol in tutte le ultime 15 partite di Serie A e potrebbe diventare solo la seconda squadra nella storia dei top-5 campionati europei ad arrivare a 16 gare di fila con più di una rete all’attivo in un singolo anno solare (dopo le 18 del Barcellona nel 1948). Più in generale, il Milan ha segnato almeno due gol in 15 partite consecutive di Serie A, l’ultima squadra ad aver fatto meglio nei top-5 è stata il Bayern Monaco (20 nel marzo 2014). Nessuna squadra ha segnato più gol di testa del Milan in questa Serie A (cinque). Il Milan è sia la squadra che ha segnato più gol da palla inattiva in questo campionato (10), che quella che ne ha concessi di più in percentuale sui totali subiti (il 57%, otto su 14). Il Milan è la squadra che ha segnato più reti nella prima mezzora in questa Serie A (10). La Lazio ha incassato il 65% dei propri gol nei primi tempi (più di qualsiasi altra formazione in percentuale).

L’attaccante del Milan Rafael Leão è il più giovane giocatore dei top-5 campionati europei ad aver segnato almeno tre reti in ciascuna delle ultime tre stagioni, si tratta inoltre dell’unico nato dopo il 1° gennaio 1999. Dal 2017/18, anno del suo approdo in rossonero, il Milan ha giocato solamente otto partite di Serie A senza Franck Kessie: solo due vittorie, due pareggi e ben quattro sconfitte per i rossoneri (25% di vittorie senza l’ivoriano, 53% con lui regolarmente sul terreno di gioco). I primi tre giocatori di questa Serie A per conclusioni tentate senza aver ancora trovato il gol giocano nel Milan (33 tiri Hakan Calhanoglu, 12 Ante Rebic e 10 Simon Kjaer, assente questa sera). Hakan Calhanoglu è il giocatore che ha creato più occasioni da gol per i compagni in questo campionato (49); quarto in questa graduatoria Luis Alberto (26). Calhanoglu è inoltre il giocatore che ha colpito più legni nella Serie A in corso (quattro).

Commenta

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *