Resta in contatto con Daily Milan

Queste le parole di Vincenzo Montella in conferenza stampa.

Vincenzo Montella è intervenuto in conferenza stampa al termine di Milan-Roma 1-4: «Risultato che lascia molta delusione, anche con un punto avremmo potuto raggiungere il 5º posto. Peccato perché abbiamo subito gol su un disimpegno sbagliato. Poi è prevalsa la qualità tecnica della Roma. Con il gol la partita si è incanalata su binari a loro favorevoli. L’unico merito è stato quello di rimanere aggrappati alla partita. Dopo il 2-1 ci credevamo. Ho vista la squadra dimessa ed è una cosa che non voglio vedere. Abbiamo le qualità per farlo».

SUL PERIODO
«Non abbiamo mollato. È un periodo negativo in termini di risultati. Abbiamo fatto troppi punti all’andata rispetto quelli dell’ultimo periodo. Dispiace soprattutto per il pubblico e anche per il nuovo management».

PROSSIMI MATCH
«Ho chiesto ai ragazzi entusiasmo. Sarà fondamentale questo. Voglio vedere una squadra feroce. La classifica ci pone ancora degli obiettivi che erano quelli prefissati a inizio stagione».

BACCA
«Stava entrando. poi con l’espulsione non l’ho fatto entrare. Volevo vedere come reagiva la squadra dopo il 2-1».

TOTTI
«Se l’avrei fatto giocare? Nella grande confusione non ho potuto capire nemmeno contro chi stavamo giocando noi».

ATALANTA
«Facciamo la corsa su noi stessi. Anche se sarà fondamentale la partita di Bergamo».

Le parole di Luciano Spalletti

Il tecnico rossonero ha dichiarato: «La Roma ha fatto una stagione con alti e bassi, che coincidono con sconfitte che hanno portato esclusioni. La squadra ha fatto grandi partite. Lotta con una delle migliori squadre del campionato. Tutti scrivono di fallimento. Questo è un problema del calcio, non della Roma. Abbiamo fatto un buon campionato, sotto l’aspetto dell’impegno e dei numeri. Siamo alla sesta vittoria di fila in trasferta, però si sono perse partite che peseranno sempre».

TOTTI
«Si è andati troppo in là con questa storia. Quando l’ho fatto giocare 5′ invece come si sono comportato? Sono stato apostrofato nello stesso modo anche quando l’ho fatto giocare. Penso di averlo gestito come avrebbe fatto anche un altro allenatore. Quando sono tornato a Roma avevo chiesto chiarezza su Totti, ma la situazione è rimasta la stessa. Per la Roma conta rimanere in lotta con il Napoli».

SULLA VITTORIA
«Se nona vessino vinto stasera sarebbe stato un problema. Il Napoli va forte, gioca il più bel calcio d’Italia».

Aggiornamenti a cura dell’inviato da San Siro, Giacomo Magnani.

Commenta

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.