Resta in contatto con Daily Milan

Pagelle

Le pagelle rossonere di Milan-Torino 5-4

Avatar

Pubblicato

il

TĂTĂRUȘANU 7
Al 38′ salva il risultato su Gojak con una parata al volo ed esce da San Siro come uomo copertina per aver neutralizzato il rigore di Rincon.

KALULU 7
Il ragazzo ha coraggio e desiderio. Nella ripresa serva un buon pallone a Calabria, che Davide calcia di prima intenzione sul palo più vicino e impegna Milinkovic-Savic.

MUSACCHIO 6
È all’esordio stagionale, fa il suo senza particolari sbavature.
(Dal 63′ KESSIE 6: sufficienza piena per il “presidente” che non brilla come in altre circostanze ma tiene il passo e gestisce con padronanza ogni pallone gli passi tra i piedi)

ROMAGNOLI 6,5
Va in proiezione offensiva, si prende i palloni, cerca di creare pericoli e in difesa chiude bene ogni varco.

DALOT 5,5
Troppo prevedibile nei cross, sulla fascia potrebbe spingere di più. Colpisce il palo mangiandosi un gol praticamente già fatto.

CALABRIA 6,5
La pennellata sui piedi di Ibra alla mezz’ora varrebbe il prezzo del biglietto. Certo, solo se ci fossero i tifosi.
(Dal 63′ HERNANDEZ 6: si accende solo a ridosso del novantesimo e nei tempi supplementari)

TONALI 6,5
Partita attenta e in crescendo. Si impegna. Fa vedere che ci tiene.

CASTILLEJO 6
Qualche cross interessante in area e nulla più. Dura un tempo.
(Dal 46′ HAUGE 5,5: prova una volta il tiro, dalla distanza, ma è lontano dal giocatore apprezzato – ad esempio – a Marassi contro la Samp. In fase calante)

DIAZ 6
Qualche timido lampo “alla Diaz”, migliora con l’ingresso in campo di Calhanoglu. All’86’ ha sui piedi la palla che avrebbe risolto il match senza il purgatorio dei supplementanti e dei rigori.
(Dal 105′ OLZER SV)

LEAO 5,5
Il primo pericolo lo crea a inizio ripresa con una conclusione in faccia al portiere del Toro, ma è praticamente più decisivo in fase difensiva: ad esempio all’81’ su calcio d’angolo di Gojak.

IBRAHIMOVIC 5,5
Una conclusione potente alta sopra la traversa, l’unica scintilla della sua serata. Cerca di servire Leao e Diaz ma è ben ingabbiato dalla difesa di Giampaolo. Esce all’intervallo.
(Dal 46′ CALHANOGLU 6: non regala magine ma giocate pulite, mai però decisive. Ha il merito di segnare l’ultimo rigore che decreta il successo dei rossoneri e il passaggio del turno)

PIOLI 6,5
Partita difficile per diverse ragioni. Intanto per la condizione dell’organico, in parte deficitaria. Alla fine però esce dalla tempesta ancora una volta senza imbarcare acqua.

Commenta

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *