Resta in contatto con Daily Milan

Analisi

Calabria si è preso il Milan: dopo anni difficili, Davide finalmente è esploso

Avatar

Pubblicato

il

È finalmente arrivato il suo momento. Dopo qualche stagione tra alti e bassi, quest’anno Davide Calabria si è imposto come il terzino destro titolare del Milan. Prestazioni convincenti e tanta continuità hanno relegato in panchina Andrea Conti, che è andato a cercare più spazio al Parma. L’ottima stagione di Calabria, inoltre, non è passata inosservata nemmeno da Roberto Mancini. Il CT azzurro l’ha già convocato in nazionale e siamo sicuri che lo considererà anche per gli Europei di quest’anno.

Calabria è un rossonero doc, di proprietà del Milan praticamente da sempre. Insomma, un vero tifoso, prima ancora che calciatore.

Tra le file del Milan dal 2007, Calabria ha esordito in prima squadra nel 2015, sotto la guida di Filippo Inzaghi. Da quel momento il terzino bresciano è sempre rimasto in pianta stabile in prima squadra; le stagioni all’ombra della Madonnina, però, non sono state proprio esaltanti. Spesso si è parlato di una possibile cessione di Davide, soprattutto quando il Milan aveva bisogno di fare le famose plusvalenze coi giocatori provenienti dal vivaio (vedi Locatelli e Cutrone). Ma Calabria, anche in virtù di un sano dualismo con Conti per una maglia da titolare, si è sempre dato da fare e ha gradualmente migliorato le proprie prestazioni.

Ad oggi Calabria è un ottimo terzino sia in fase offensiva, dove riesce anche con relativa facilità ad arrivare alla conclusione (già 2 le reti per lui quest’anno), ma anche e soprattutto in fase difensiva, dove spesso risulta efficace in copertura e in marcatura.

Le sue sempre più positive prestazioni hanno convinto Pioli a puntare forte su di lui, e questa fiducia è spesso stata ripagata. Se l’asse di sinistra con Theo e Rebic funziona a meraviglia, quello di destra con Calabria e Saelemaekers non è da meno. La valutazione del terzino oggi è sicuramente aumentata, ma il Milan non ha nessuna intenzione di privarsi di un giocatore così importante e duttile. Sì perché all’occorrenza Calabria può giocare anche da terzino sinistro o addirittura da mediano, ruolo che ha coperto in qualche occasione e che gli ha regalato ottime prestazioni (e anche un gol contro la Juventus).

Oggi Davide è infortunato, si è dovuto operare e i tempi di rientro purtroppo non saranno velocissimi. La prima alternativa, Diogo Dalot, non ha ancora convinto i tifosi e i dirigenti, che non sembrano intenzionati a riscattarlo; Kalulu, invece, sforna sempre delle prestazioni interessanti ma probabilmente è ancora “acerbo” per un posto da titolare nel Milan. Questo a riprova del fatto che Calabria sta diventando una pedina fondamentale nello scacchiere di Pioli e, se continua così, lo sarà ancora per moltissimo tempo.

Commenta

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *