Resta in contatto con Daily Milan

Analisi

Milan e Napoli, punti per strada e infortuni che pesano. È sfida tra giganti feriti

Pubblicato

il

Circoscritti in sette punti sogni, speranze e promesse. Il traguardo si chiama scudetto, ma manca ancora moltissima strada per raggiungerlo. Inter, Milan, Atalanta e Napoli danno battaglia nella penultima tappa di campionato prima della pausa di Natale (mercoledì andrà in scena l’ultimo turno infrasettimanale del 2021 con i rossoneri impegnati a Empoli). C’è Milan-Napoli domani sera a San Siro (ore 20.45), novanta minuti che chiudono la diciottesima giornata di Serie A. Intanto l’Inter di Simone Inzaghi si è abbuffata sul campo della Salernitana, 5-0 per i nerazzurri, e ha salutato il gruppo volando a +4 dal Milan. Milan che nel big-match del Meazza, groviglio di memorie, grandi successi e scottanti delusioni, dovrà rispondere “presente” per restare in scia e lasciarsi a +6 gli azzurri di Spalletti (ora il Diavolo è a quota 39, i partenopei seguono a 36). Milan chiamato, poi, a sfruttare lo “scontro Champions” tra Atalanta e Roma – in campo oggi – che inevitabilmente toglierà punti preziosi all’una o all’altra, se non a entrambe.

Spalletti respira a centrocampo, Pioli ritrova Giroud

Milan-Napoli di domani è sfida tra giganti feriti. Le due storiche rivali, oggi allenate da Stefano Pioli e Luciano Spalletti, non vivono il loro miglior momento in campionato: protagoniste di un inizio di stagione da record, nelle ultime 6 uscite i rossoneri hanno perso 10 punti, gli azzurri 13. Un po’ stanche per i troppi impegni uno legato all’altro, devono fare i conti con numeri pesanti anche in infermeria. Il Milan si avvicina al match con Oliver Giroud di nuovo sulla lista dei convocati, recuperato dopo l’infortunio rimediato alla coscia sinistra, ma dovrà fare a meno di Rafael Leao, Davide Calabria, Ante Rebic, Pietro Pellegri e Simon Kjaer. Il danese tornerà a giocare a fine stagione, gli altri quattro saranno a disposizione di Pioli dopo la sosta natalizia. Theo Hernandez non è al cento per cento, frenato in settimana da un attacco febbrile, ma comunque ci sarà. In casa Napoli, invece, buone notizie per Mario Rui e Lobotka, entrambi stringono i denti e saranno presenti a San Siro, un po’ meno per Insigne, Fabian, Koulibaly e Osimhem, alle prese ieri con terapie e allenamenti personalizzati tra campo e palestra. Spalletti è un po’ meno preoccupato di una settimana fa: anche Zielinski ed Elmas dovrebbero essere del match.

Commenta

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.