Resta in contatto con Daily Milan

Ultime Notizie Milan

Milan, Pioli in conferenza: «Il disfattismo e la negatività non ci toccano»

Pubblicato

il

Le parole di Stefano Pioli in conferenza stampa alla vigilia della sfida del Milan contro la Fiorentina.

Stefano Pioli vuole chiudere al meglio il 2022. Domani il Milan ospita a San Siro la Fiorentina di Vincenzo Italiano (fischio d’inizio alle ore 18.00): «Veniamo da una brutta prestazione – ha detto in conferenza stampa a Milanello –, vogliamo finire con una migliore». L’obiettivo è dimenticare lo sciapo 0-0 di martedì sera contro la Cremonese: «È corretto criticare l’allenatore del Milan per quella partita, il problema è stata la gestione della palla. Abbiamo sbagliato completamente i tempi di gioco, non ci siamo smarcati con la velocità necessaria, a volte invece non abbiamo servito i giocatori che si sono mossi».

Oltre i confini di Milanello non convincono gli acquisti operati dal club durante l’estate, uno su tutti quello di Charles De Ketelaere: «Il disfattismo e la negatività che ci sono all’esterno non ci toccano – ha commentato Pioli –, è normale dare il tempo per adattarsi a un cambiamento. Dare e chiedere aiuto significa unire le forze, qui ci stiamo aiutando tutti».

Milan, Pioli in conferenza: «Il disfattismo e la negatività non ci toccano»

LEGGI ANCHE Milan, Isma è fondamentale: rinnovo a 4 milioni?

Leao non si è acceso né a Torino, né contro la Cremonese: «Non è così facile mantenere il livello giocando così spesso ma è chiaro che lui deve riuscirci», ha spiegato Pioli.

Milan, Pioli: «La classifica non ci piace»

La corsa scudetto? Anche con il Napoli a +8 è ancora apertissima: «Vincere domani vorrebbe dire dimostrare di non arrendersi a una classifica che non ci piace – ha aggiunto Pioli -. Il campionato è ancora molto lungo, ci sono possibilità di rientrare. Questo è un Milan forte, se sia più forte dello scorso anno sta a noi dimostrarlo. Fallisce solo chi si arrende e noi abbiamo grande spirito. Dobbiamo stare concentrati su di noi, possiamo determinare la nostra prestazione e il più delle volte questo porta a vincere».

Commenta

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.