Resta in contatto con Daily Milan

Fuori campo

Qatar 2022, clamorosa protesta della Germania

Pubblicato

il

Qatar 2022: la nazionale della Germania con la mano alla bocca per protesta

Durante le foto di rito nel pre partita di Germania-Giappone, la clamorosa protesta dei giocatori della nazionale tedesca.

Nessuna fascia arcobaleno, ma un gesto ancora più forte, quello della nazionale della Germania, durante le foto rituali del pre partita del match contro il Giappone, valido per il gruppo E del Mondiale qatariota. Una protesta contro il sistema censorio attuato dalla FIFA per questa rassegna mondiale, che ha impedito ai capitani di diverse nazionali di indossare una semplice banda color arcobaleno, minacciando sanzioni sia regolamentari, sia economiche.

LEGGI ANCHE: Verso Qatar 2022, un gruppo al giorno: il girone E

Qatar 2022, la clamorosa protesta della Germania: mano sulla bocca

Il gesto non è stato trasmesso in mondovisione, ma è stato ripreso proprio dai canali social della federazione tedesca, che ha pubblicato l’immagine, con il testo «Fascia o non fascia, rimaniamo sulle nostre posizioni», in inglese e in tedesco. Una mano davanti alla bocca, da parte dell’undici tedesco, a simboleggiare il dover tenere la bocca cucita, il non poter esprimere la propria idea, il non poter parlare.

«Abbiamo voluto usare la fascia di capitano per prendere posizione sui valori in cui crediamo nella nazionale tedesca: diversità e rispetto reciproco» recita il breve comunicato allegato «Insieme ad altre nazioni, volevamo far sentire la nostra voce. Non si trattava di una dichiarazione politica – i diritti umani non sono negoziabili. Questo dovrebbe essere dato per scontato, ma non è ancora così. Ecco perché questo messaggio è così importante per noi. Negarci la fascia è come negarci la voce. Restiamo dalla nostra posizione».

Nei giorni scorsi, il capitano della nazionale tedesca, il portiere del Bayern Monaco Manuel Neuer, aveva dichiarato più volte di essere fermamente deciso ad indossare la fascia arcobaleno, trovando pieno appoggio nei vertici della Federcalcio tedesca, disposta anche a pagare eventuali sanzioni, ottenendo come risposta solamente le frasi del presidente della Fifa, Gianni Infantino, che ha difeso il governo del Qatar e accusato i Paesi occidentali di ipocrisia.

Dopo il gesto di oggi, attendiamo la risposta della Federazione Internazionale.

Credits della foto di copertina: Deutscher Fußball-Bund, tutti i diritti riservati.

Commenta

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.